Novità sul calcolo della percentuale della raccolta differenziata

DM del 26 maggio 2016

All’interno del DM del 26 maggio 2016, redatto dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (I)Il DM attua l’Art. 32 del Collegato Ambientale (Legge 221/2015) che ha modificato il D.Lgs. 152/06 sono riportate in allegato le Linee guida per il calcolo della percentuale della raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati.

La loro introduzione permetterà a tutte le Regioni italiane di attenersi a un calcolo unico per il conteggio della percentuale di raccolta differenziata ottenuta, dando così la possibilità di confrontare i risultati ottenuti, sia a livello temporale che spaziale. Sulla base di questi poi calibrare i tributi comunali.

Economia circolare

Ricordiamo che la raccolta differenziata rappresenta lo strumento cardine dell’economia circolare, ovvero un’economia a sostegno dello sviluppo sostenibile che punta a utilizzare le risorse in modo più efficiente e ottenere un numero di rifiuti sempre minore.  L’economia circolare supera il concetto del “prendi, produci, usa e getta” e si sposta sul prevedere, fin dalla prima fase di progettazione, la destinazione finale del prodotto una volta diventato rifiuto. Lo scopo è trasformare i rifiuti in nuove risorse dando impulso al riciclaggio e al riutilizzo.

percentuale raccolta differenziata
http://www.europarl.europa.eu/news/it/news-room/20150701STO72956/Economia-circolare-usami-di-nuovo!

Documenti da consultare:

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2016/06/24/16A04762/sg

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A52014DC0398R(01)

References   [ + ]

I. Il DM attua l’Art. 32 del Collegato Ambientale (Legge 221/2015) che ha modificato il D.Lgs. 152/06